Paesi Bassi

1998. in compagnia di Giacomo e Stefano giungemmo in Olanda da ignoranti, senza cioè essersi documentati moltissimo sul da farsi, spinti soltanto dal fatto che la nostra area Interrail includesse, assieme alla Francia,  tutto il Benelux. Paesaggisticamente l’Olanda è spettacolo, e lo è anche architettonicamente. Le sorprese negative però non sono mancate. Mi ricordo di aver pensato che Amsterdam sarebbe una città perfetta sen on venisse deturpata dal turismo giovanile di quelli che, soprattutto Italiani, vengono ad approfittare delle leggi concessive in materia di droghe.  Impossibile, almeno in Agosto, godersi la bellezza del centro o dei musei con il continuo assillo dei venditori di fumo, persino all’interno di alcuni musei! A conclusione di quest quadretto non proprio rassicurante, dopo che Giacomo e Stefano ebbero deciso di rientrare in Italia anticipatamente, venni rapinato da un tizio con la pistola per pochi spiccioli.  Non mi rimase che cambiare aria e dirigermi a Den Haag, o l’Aia in italiano.  Il morale si risollevò rapidamente, tutt’altro clima in questa bellissima cittadina. Ricordo che volli raggiungere il mare a piedi fino a Scheveningen prima di dirigermi verso il Lussemburgo. Prima però, feci una breve sosta a Rotterdam.

Annunci
Lascia un commento

Commenta!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...